Proposta operata da:


IDEE PER VIAGGIARE

Thailandia più Minitour Cambogia e mare Koh Samui - Kirikayan Boutique Resort


TOTALE di 12 NOTTI in PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

 

Valida per partenze dal 01/05/2018 al 30/09/2018

 

Partenze da Roma Fiumicino (FCO) - Milano Malpensa (MXP)

 

Voli operati da Thai Airways  

 

a partire da € 2.280

Note offerta

Quota per persona in camera doppia – La quota include: Voli di linea Thai Airways in classe economica da Roma e Milano con possibilità di supplemento per partenze da altri aeroporti italiani, 3 notti a Bangkok in hotel 5 stelle con colazione inclusa, 3 notti Tour di gruppo Cambogia con guida in lingua italiana, hotel e trattamento come da programma, 6 notti Koh Samui presso il Kirikayan Boutique Resort in camera e trattamento indicati – La quota non include: Tasse aeroportuali (€ 245 ca. p.p.), quota apertura pratica € 70 p.p., polizza annullamento facoltativa a partire da € 65 p.p. (inclusa di polizza medico bagaglio con massimale fino a € 50.000), garanzia prezzo bloccato facoltativa a partire da € 30 p.p. e tutto quanto non espressamente indicato nella quota include.


L'offerta comprende


Thailandia - Koh Samui

dimmi di più

Koh Samui è la destinazione principale nel Golfo di Thailandia, Koh Samui è facilmente accessibile, dispone di belle spiagge con una notevole varietà di attività, ospita visitatori di ogni budget.
Koh Samui, la seconda più popolare isola in Thailandia, si trova nel Golfo di Thailandia, a circa 700 Km a sud di Bangkok e a 80 Km dalla costa orientale della Thailandia. Samui è la terza isola più grande della Thailandia, fa parte del più grande arcipelago di oltre 80 isole che comprende il Ang Thong National Marine Park, un paradiso per gli appassionati di kayak. Oggi le spiagge di Chaweng e Lamai sono vivaci località balneari con spiagge favolose, ristoranti di fama internazionale, e le discoteche di classe mondiale, le attività attorno a Koh Samui comprendono corsi di cucina, istruzione di yoga, Muay Thai (Thai Boxing), immersioni subacquee, e persino il golf. Mentre ci sono spiagge più tranquille ideali per il relax, in particolare quelle che caratterizzano alcuni dei migliori resort a 5 stelle in tutto il mondo, lungi dall'essere, comunque, l'isola incontaminata che era pochi decenni fa. Tuttavia, Koh Samui si è sviluppata mantenendo un proprio stile da Paradise Island, conservando gran parte della sua bellezza naturale. Koh Samui, la terza isola più grande della Thailandia, è la meta, seconda isola dopo Phuket, più popolare nel regno, grazie anche al suo aeroporto che collega l'isola ad un buon numero di destinazioni thailandesi e internazionali. A Samui fino al 1940, non c'erano strade, nè veicoli. I suoi abitanti vivevano semplicemente e quasi senza contatti con il mondo esterno. La gente si trasferì sull'isola a piedi o in barca seguendo le coste. Per esempio, per andare da Maenam a Lamai, servivano diverse ore di cammino attraverso la giungla montuosa, e percorrere il tragitto di andata e ritorno, nello stesso giorno, era impresa impossibile. Il turismo era sconosciuto, perchè, al tempo, non era affatto semplice giungere sull'isola. L'unico modo di raggiungere l'isola di Samui dalla terraferma era con il collegamento giornaliero mezzo traghetto notturno, il quale impiegava più di 6 ore per coprire il tragitto da Suratthani a Nathon e poi a Samui. I primi progetti per costruire delle strade furono abbandonati a causa dell'impervia orografia dell'isola, e all'impossibilità di portarci macchine da costruzione. Nel 1967, Khun Dilok Suthiklom, il "leader" dell'isola, a quel tempo, decise che qualcosa doveva essere fatto per lo sviluppo di koh Samui, e chiese aiuti al governo centrale di Bangkok. I principali problemi, al tempo, furono legati alle alte colline che ostacolavano i tracciati delle strade tra Nathon e Maenam e il fianco roccioso e montuoso tra Chaweng e Lamai, che richiedeva l'uso di esplosivo per permettere alla strada in costruzione d'avere una pendenza accettabile. Alberi e rocce furono rimossi per sgombrare la strada che alla fine risultò essere uno stretto sentiero che faceva il giro dell'isola. Successivamente seguì un lungo ed enorme lavoro manuale di pulizia dell'allora sentiero sede dell'unica strada. I primi anni, prima della posa del calcestruzzo, non era raro vedere gli occupanti del mezzo spingere l'auto in modo d'aiutare il conducente a superare la salita. Per costruire la parte di strada tra Chaweng e Lamai si dovette tagliare una parte della montagna per una lunghezza di 3 Km, compito impossibile da portare a termine senza l'uso della dinamite e di pesanti macchine da costruzione. I macchinari furono portate dalla terraferma, ma anche qui si dovette risolvere un problema tecnico, ovvero la costruzione di una banchina più profonda di quella naturale, in modo che i grossi traghetti potessero attraccare vicino alla riva per poter scaricare i mezzi. Durante questo periodo, il progetto accumulò notevoli ritardi, anche perchè durante la stagione delle piogge l'avanzamento dei lavori di costruzione era impossibile. Il progetto fu completato a seguito di un ordine giunto direttamente da Bangkok nel 1973, fu questa la spinta che fece concludere la posa dei 52 km di strada che fanno tutt'oggi il giro dell'isola. A lungo questa strada ebbe una larghezza di soli 2 metri fino a quando alla fine del secolo scorso fu ampliata per far fronte all'aumento del traffico. Muoversi a Koh Samui è relativamente facile, tutte le strade sembrano che ripartano dallo stesso posto, formando quindi un anello. A Koh Samui non ci sono autostrade ne superstrade (strada a scorrimento veloce). C'è, invece, una strada principale che costeggia l'isola ed ha una lunghezza di circa 50 Km, collega le principali spiagge ai centri, l'aeroporto e il porto da dove partono/arrivano i traghetti. Il miglior modo per spostarsi sull'isola di Samui, anche se un pò pericoloso, è indubbiamente il ciclomotore (moto o scooter). Affittarne uno a buon mercato si spendono circa 250-300 ฿/giorno, che per un occidentale è una spesa economica. Se il tempo è bello, un ciclomotore permette di poter vedere molto di più dell'isola. Un giro di tutta Koh Samui vi richiederà circa 3-4 ore (o più) a seconda di come si effettuano le molte fermate lungo il percorso. Koh Samui, sogno di ogni esploratore, è abbastanza grande per offrire una ricchezza di diversità di paesaggi, panorami, flora e fauna, ma tuttavia abbastanza piccola per cercare l'avventura in molti luoghi fuori mano (appartati), perdendo di vista, quasi mai, il mare. Di seguito sono riportati alcuni modi in cui si può fare questo.

In taxi Per molte ragioni, il meno adatto per visitare, ma il modo più semplice e più sicuro per andare dal punto A al B, se non sai dov'è B! I conducenti dei taxi pubblici (rossi) hanno lavorato indisturbatamente per anni (in passato) in modo incontrollato. Purtroppo, questo, è stato fonte di molteplici problemi e lamentele da parte dei turisti (maleducazione, sovraprezzi e a volte anche peggio). Gli sforzi sono ora in corso per risolvere tutti questi problemi. Nel frattempo, tuttavia: ottenere una copia del nostro libretto TAKS "Getting the Most from Samui" (ottenere il meglio in Samui), guida turistica dei servizi disponibili sull'isola distribuite nei punti di arrivo (porti, aeroporto).

Affittare una jeep

Disponibili in molte agenzie di proprietà familiare e in alcune grandi imprese di fama internazionale, si possono prendere a noleggio jeep che così consentono il fuori strada. Un veicolo a 4 ruote motrici permette una grande libertà, utile come mezzo di trasporto base, ma sarà possibile utilizzarlo anche per circumnavigare l'intero anello stradale principale dell'isola (circa 1 ora) e altro ancora. Si può visitare molte colline naturali e attrazioni artificiali, facilmente raggiungibili dalla tangenziale. In tutte queste mete c'è la possibilità di sostare, consentendo di mantenere così l'andatura desiderata. Se particolarmente avventurosi e con esperienza nella guida off-road, si può risalire verso le montagne dell'interno dell'isola di Samui, affittando, magari, bici adatte all'off-road (altro mezzo di trasporto particolarmente consigliato). Ecco, che aggirando solchi e affrontando le pendenze a volte così ripide apparentemente impossibili da superare (ma sempre con prudenza), sarete ricompensati con una vista spettacolare delle isole circostanti, così come la flora e la fauna che sono qui incredibilmente belle e fiorenti. Se Koh Samui è un paradiso, le sue montagne sono la sua delizia. Alcuni di questi veicoli sono dotati di assicurazione, ma la copertura è limitata. Si consiglia la richiesta di una diffusa e dettagliata spiegazione (esposizione).

In moto

Molti sembrano optare per moto per girare in città, andare in spiaggia e per uscire la sera, rendendo l'affitto di questi mezzi particolarmente economico, quindi diffuso. Sono veloci, divertenti e facili da parcheggiare, ma attenzione, molti guidatori locali non hanno ricevuto un'istruzione adeguata in materia di sicurezza del traffico, ed i turisti sono spesso alla loro prima esperienza nel cavalcare queste moto, anche di grossa cilindrata. La conseguenza a tutto ciò è il verificarsi, con frequenza, di gravi incidenti stradali che coinvolgono tanto i locali quanto gli stranieri, con statistiche allarmanti, anche per quanto riguarda i decessi. Tuttavia, una persona prudente non dovrà necessariamente farsi prendere dal panico, perchè questi incidenti sono quasi sempre causati dalla mancanza di prudenza (giudizio).

Kirikayan Boutique Resort ***S

6 Notti in Pernottamento e prima colazione

Camera: Deluxe Boutique

Kirikayan Boutique Resort, perfetta combinazione di modernità e tradizione, è un delizioso hotel situato davanti alla famosa spiaggia di sabbia bianca di Chaweng, sulla estremità meridionale di Koh Samui, luogo perfetto per farsi il bagno tranquillamente in tutte le stagioni dell'anno.


Il resort è un vero angolo di paradiso, dove regna la tranquillità e la pace assoluta, immersi tra i giardini tropicali e le acque cristalline ma sempre a due passi dal cuore pulsante della “movida”: negozi per lo shopping e locali per trascorrere piacevolissime serate sono facilmente raggiungibili, così come aeroporto internazionale distante soli 25 minuti di auto.

Note struttura

Delizioso, curato, sofisticato, confortevole. Un vero gioiello di Koh Samui


Thailandia - Bangkok

dimmi di più

Cosa c’è da vedere a Bangkok

La città di Bangkok, la capitale della Thailandia, costituisce certamente il cuore del paese, ruolo riconosciutole dai turisti di tutto il mondo che ogni anno ne fanno la meta prediletta delle loro vacanze. E come dargli torto? La città permette di godere di un misto di relax e storia, di mare e di cultura, di raggiungere facilmente le isole più famose del golfo di Thailandia e di recarsi rapidamente nell'entroterra del paese, e tutto questo con la consapevolezza di girare una città in cui la maggior parte della popolazione parla correntemente l'inglese.

L'estensione di Bangkok copre quasi interamente la provincia omonima, permettendole di sfruttare una costa di 4,4 km e di essere attraversata dal fiume Chao Phraya, navigabile e ricco di canali tanto da aver regalato alla città l'appellativo di Venezia dell'Est. Un'altra facile comparazione è quella con Los Angeles, questa volta per un caso di omonimia, in quanto il nome ufficiale della città, Krung Thep Maha Nakhon, significa appunto "città degli angeli o grande città".

Un consiglio è quello di cercare di godere un po' di tutti gli aspetti di Bangkok, da quelli più frenetici e più turistici, agli angoli meno frequentati e più nascosti, visitando i centri del suo passato storico e artistico e della sua anima religiosa, senza rinunciare allo shopping e al relax di una vacanza in Thailandia.

Sede da oltre 200 anni del governo è la ricostruzione dell’antica capitale Ayutthaya.
Durante il saccheggio di Ayutthaya da parte dei Birmani, il Generale Taksin e il generale Chakri organizzarono lo smantellamento della città, inclusi i templi, le case e le mura per farli trasportare sino a Bangkok dove venne ricostruita la città con le dimensioni dell'antica capitale.

Oggi Bangkok è una scintillante metropoli di sei milioni di abitanti con due affascinanti volti: quello della città vecchia con i palazzi e i templi del XVIII secolo e la città moderna con i suoi centri commerciali e le aree di sviluppo lambite dal fiume. Qui potrete scegliere di visitare le bellezze monumentali della città,rilassarvi in qualche parco oppure avventuravi nella vita notturna e nei vivaci negozi e mercati per fare shopping.

Gli amanti della cucina non resisteranno alle tentazioni dell'arte gastronomica thailandese mentre chi preferisce immergersi nella cultura non si lascerà certo sfuggire una passeggiata lungo il fiume Chao Praya, l’incantevole “Fiume dei Re” . Tra le innumerevoli attrazioni meritano una menzione il Palazzo Reale e il Tempio del Buddha di Smeraldo (Wat Phra Kaeo). Questa parte della città con i templi dorati, le torri a spirale e le decorazioni sfavillanti, si erge protetta da una bianca fortezza.

Il Wat Phra Kaeo è la cappella personale di Sua Maestà il Re ed è anche il venerato luogo del Sacro Protettore della Thailandia, il Buddha di Smeraldo.

Il Palazzo Reale è aperto al pubblico dalle 8.00 alle 11.00 e dalle 13.00 alle 16.00. Altri luoghi d’interesse sono il Tempio del Buddha d’Oro che custodisce un Buddha interamente in oro risalente al periodo Sukhothai (1238-1378), il Museo Nazionale e il Mercato Galleggiante, un pittoresco aspetto della vita fluviale thailandese.

Mezzi di trasporto a Bangkok

Il traffico di Bangkok ha, con buona ragione, una cattiva reputazione. E' molto facile farsi prendere in ingorghi di traffico in qualsiasi momento del giorno o della notte, e perdere un sacco di tempo per raggiungere la meta. Tuttavia, con l'ammodernamento degli eccellenti e moderni sistemi di trasporto pubblico, Bangkok è sorprendentemente facile da girare.Lo Skytrain (BTS), la Metropolitana (MRT) e il State Railway of Thailand (SRT) sono sistemi ferroviari urbani che collegano le principali aree dello shopping, del divertimento, degli affari e dell'aeroporto in città. Sull'acqua taxi e battelli si prestano più per esplorare molti siti storici e attrazioni in prossimità del fiume (Chao Phraya). I taxi, economici, sono presenti quasi ovunque, su ogni angolo della strada e in qualsiasi momento. I tuk-tuk, una grande attrazione di Bangkok, stanno però lentamente scomparendo a favore del trasporto più comodo, ma ancora ne vale la pena fare un giro almeno per una volta. La maggior parte degli autobus è, agli occhi di un'occidentale, lenta e obsoleta, ma resta un ottimo modo per viaggiare con gente del posto e per farsi un'idea della città. Una soluzione efficace ed alternativa agli autobus ordinari sono i BRT (Bus Rapid Transit), comodi, puliti con aria condizionata, con stazioni riparate dal traffico e rinfrescate dall'aria condizionata. Un'altra scelta possono essere i moto taxi, veloci ed efficienti. La bicicletta, un mezzo di trasporto individuale, risulta essere troppo umile nelle caotiche strade di Bangkok, per cui non è forse l'opzione più sicura, riservata, quindi, per i più avventurosi. Attenzione: Truffe turistiche che coinvolgono alcuni conducenti di taxi e tuk-tuk che si avvicinano con la promessa di grandi sarti, ristoranti di pesce e gioiellerie economiche, sono truffe comuni in Bangkok.

 

Consigliamo:

La città di Bangkok è in grado di offrire itinerari per tutti i gusti, dalla ricerca del passato storico della città alla sua anima più modaiola e contemporanea, dalla frenetica vita notturna alla calma rilassante dei centri benessere e dei centri massaggi. Le modalità di visitare la città in lungo e in largo sono molteplici, dagli autobus che sono in funzione generalmente dalle 5.00 alle 23.00, la metropolitana, in funzione dalle 06.00 a mezzanotte, e il moderno sky train, operativo dalle 06.00 a mezzanotte, che risulta essere il mezzo più pratico sia per i locali che per i turisti.

Gli amanti della cultura si troveranno a proprio agio a girovagare per il Centro Culturale e Artistico di Bangkok (BACC), struttura che ospita mostre di arte contemporanea e organizza costantemente eventi di carattere culturale per grandi e piccini. Un'altra attrazione è costituita dal Museo Nazionale delle Barche, nel quale è possibile ammirare una vasta esposizione di barche cerimoniali, finemente decorate e usate in passato come navi militari. Se si viaggia con i bambini, una tappa d'obbligo è sicuramente il Museo per Bambini che permette di apprendere importanti nozioni sulla tecnologia, la scienza e la natura divertendosi ed entrando in contatto con le esposizioni del museo. Per occupare il corpo e la mente anche di domenica, è possibile visitare il Museo della ferrovia, nel quale è possibile osservare le diverse tipologie di vagoni e locomotive utilizzate nel tempo in Thailandia. Infine, per osservare un museo particolarmente antico è necessario visitare il Museo Legale Statale Thai, che regala un tuffo nella storia thailandese con una collezione di documenti raccolti dagli uffici legali di tutto il paese.

Chi di voi preferisce un po' di sana cultura ma all'aria aperta, Bangkok non ha certo di meno da offrire. Un assaggio di vita regale può essere fatto visitando la Vimanmek Maison, villa costruita, interamente in teak, dalla famiglia reale che espone numerosi oggetti personali dei suoi proprietari e dà accesso ad un meraviglioso giardino. Un'attrazione altrettanto storica è la sala del trono Ananta Samakom, costruita da un architetto italiano e presso il quale si tiene la prima riunione annuale del Parlamento thailandese.
Come è ben noto, Bangkok è anche un luogo di relax e meditazione. Per respirare quest'aria spirituale è sufficiente visitare i principali templi della città. Ad esempio il Wat Phra Kaew, che, seppur non ospitando monaci al suo interno, è sede della immagine di Buddha di Smeraldo la più importante del paese, datata nel XV secolo a.C. Il tempio è molto ampio ed è spesso aperto al pubblico. Un altro tempio di dimensioni leggermente inferiori è il Wat Chanasongkhram, anch'esso ricco di immagini di Buddha. Wat Ratchabophit è un tempio buddista costruito in onore della regina, ma successivamente dedicato a Re Rama VII, che ha deciso di far conservare le proprie ceneri all'interno del tempio stesso; una curiosità di questo tempio è quella di accostare lo stile thai nella facciata esterna e lo stile europeo al suo interno, creando un connubio raro a Bangkok. Nel vostro tour alla ricerca della spiritualità buddista, non può mancare una visita al tempio Wat Yannawa, detto anche il tempio barca per la sua particolare forma che ricorda appunto una barca e che fu costruito per ricordare alla popolazione la prosperità portata dalle navi cinesi durante il regno di Rama III: peccato che l'unica particolarità di questo tempio sia proprio la sua forma. Il Wat Pho, sede dell'antica scuola di massaggio tradizionale thailandese, con numerose immagini, statue di Buddha e con la stupa centrale ideale per qualche momento di preghiera. Il Wat Arun, questo bellissimo complesso, formato dalla stupa centrale circondata da altre più piccole, è posizionato sulla sponda della vecchia Bangkok (Thonburi), sul Chao Phraha. Degni di nota sono anche il Wat Phra Chetuphon Vimolmangklaram, detto anche università pubblica poiché al suo interno si svolgevano corsi di medicina e ora si svolgono corsi di meditazione, e il Wat Benchamabophit Dusitwanaram Ratchaworawihan, detto anche il tempio di marmo per la finezza dei marmi italiani che decorano il suo monastero. Ancora è d'obbligo ricordare il Wat Traimit Wittayaram Worawihan, costruito grazie alla collaborazione cinese, e il Suwannabanpoth, anch'esso costruito per volere della famiglia reale. Ideale è concludere queste visite in uno dei numerosi centri massaggi della capitale, così che oltre allo spirito sia rinfrancato anche il corpo.

Gli amanti dello sport non possono perdere l'occasione di vedere dal vivo un incontro di boxe thailandese allo stadio Lumphini oppure Ratchadamneon, che organizzano quasi quotidianamente incontri aperti al pubblico. Un pizzico di multiculturalità è assaggiabile in Yaowaraj, dove si mischiano le culture thailandese e cinese, zona non per niente detta la China Town di Bangkok. Lungo le vie di questo quartiere è possibile acquistare prodotti di importazione cinese e gustare dell'ottimo cibo cinese. Un'altra via movimentata, più che altro perché frequentata dai turisti di tutto il mondo soprattutto dopo il tramonto, è Khasoan Road, un tempo zona rinomata tra i saccopelisti.

Il centro decisamente più multimediale e tecnologico è l'area fieristica Rattanakosin, che unisce l'insegnamento della storia alle più moderne tecnologie. Al contrario, per una passeggiata nel verde, è possibile visitare uno dei numerosi parchi della capitale thailandese. Il Siam Ocean World, il più grande acquario del sudest asiatico, situato in pieno centro e che offre la possibilità, anche ai più piccoli, di vedere da vicino gli abitanti del mare. Benchasiri è invece un piccolo parco nel cuore della città affari di Bangkok che offre un polmone verde a portata di mano ai lavoratori thailandesi. Al Pasteur Institute è, invece, possibile imparare tutto sui serpenti e sui loro allevamenti.

Al Lumpini Park è invece possibile praticare dello jogging e fare o osservare da vicino il Tai Chi, praticato da molti al mattino presto. La Bangkok più contemporanea con il suo Shopping mall permette di acquistare qualsiasi tipo di prodotto, anche di importazione, così come il mercato galleggiante, particolarità tutta thailandese, il weekend market che, come dice il nome stesso, è aperto solo nei fine settimana e il mercato floreale, specializzato nella vendita di fiori e piante.

Infine, seppur meno noto, è degno di essere citato anche il teatro thailandese, la cui sede principale è indubbiamente il teatro nazionale. Al suo interno è possibile ad assistere a spettacoli in maschera e non, a prezzi modesti. Un'alternativa è il Chalermkrung, teatro costruito dall'élite thailandese presso il quale gli spettacoli teatrali della tradizione locale sono accompagnati da giochi di musiche e colori.

Avani Riverside Bangkok ****

3 Notti in Pernottamento e prima colazione

Camera: Avani River View

Mini Cambogia - Tour di 4 giorni/3 notti

3 Notti Trattamento: Mezza pensione

Sic AN03 - 3Rep - HB Departure on MONDAY, TUESDAY, THURSDAY, SUNDAY
Code: Sic AN03mo

Partenze di Gruppo ogni lunedì, martedì, giovedi e domenica con guida in lingua italiana.
Minimo 2 persone.
Trattamento di Mezza Pensione

IL TOUR INCLUDE:
- Trattamento di mezza pensione come da programma (colazione/pranzo)
- Minivan con aria condizionata
- Tour con guida parlante italiano
- Tutti gli ingressi ai siti e ai musei previsti nel programma

Il TOUR NON INCLUDE:
- Eventuali trasferimenti e notti pre/post tour
- Visto di entrata in Cambogia
- Bevande ai pasti
- Attività opzionali
- Mance, extra di carattere personale
- Tutto quanto non espressamente menzionato nel programma

Per motivi di carattere tecnico/operativo, il programma potrebbe subire delle variazioni nella successione dei luoghi da visitare, senza alterare in alcun modo i contenuti.

Hotel previsti:
Siem Reap : Angkor Paradise Hotel o similare

Itinerario

Giorno 1

Cambogia - Siem Reap

SIEM REAP


Arrivo e trasferimento in hotel per il check-in
Pranzo in ristorante tipico.
Visita dei templi Mebon-Pre Rup-Prah Khan-Neak Pean: Il mattone venne largamente utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del bacino del Baray orientale.
Solo nove anni piú tardi il re Rajendravarman fece erigere il Pre Rup, il grandioso tempio-montagna dai caldi colori ocra.
Al periodo “aureo” di Jayavarman VII risalgono il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, gli enigmatici e suggestivi bacini sacri di Neak Pean, i “Serpenti intrecciati”.
Rientro in hotel per il pernottamento

Giorno 2

Cambogia - Siem Reap

SIEM REAP
Dopo la colazione in hotel si parte per la visita al villaggio dei pescatori.
Si percorre la strada che conduce fino alle rive del Grande lago, dove sono ormeggiate decine e decine di barche che ospitano le case galleggianti del villaggio dei pescatori che qui hanno le loro abitazioni, le scuole, la chiesa, i negozi, gli uffici pubblici, gli allevamenti di    pesce, tutti costruiti su barconi e piattaforme galleggianti che si alzano e abbassano seguendo il regolare ritmo delle piene del lago.
Pranzo in ristorante tipico.
Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario.
Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso.
Rientro il hotel per il pernottamento.

Giorno 3

Cambogia - Siem Reap

SIEM REAP
Colazione in hotel e intera giornata dedicata alla visita di Angkor Vat & Ta Prohm: il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte Khmer è il tempio di Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza. Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione dove non riuscirete più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura.
Pranzo in ristorante tipico.
Visita dei Templi di Prasat Kravan-Banteay Kdei-Srah Srang.
Una delle piú antiche costruzioni sacre di Angkor é il Prasat Kravan del 921: cinque santuari dalle eleganti forme dedicati al culto del Dio Vishnu, costruiti in mattone e allineati su un basamento volto a Est, del tempio della “Sacra Spada”, il               monastero di Banteay Kdei e della “Citta delle celle” monacali e la piscina delle abluzioni pubbliche ,il Srah Srang.
Rientro in hotel per il pernottamento

Giorno 4

Cambogia - Siem Reap

SIEM REAP


Colazione in hotel e trasferimento all'aeroporto.


Fine dei servizi.


Alcune informazioni su...


Cambogia

La Cambogia odierna, erede del potente impero Khmer che per diversi secoli dominò e influenzò lo sviluppo artistico e culturale, è una terra ricca di fascino. Angkor, la capitale dell’impero Khmer, è stata anche dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco per la sua maestosa e straordinaria bellezza! Tutta la Cambogia è un vasto parco archeologico ancora largamente sconosciuto e che, passo dopo passo, si svela al viaggiatore. Oltre alla sua bellezza paesaggistica, viaggiatori di ogni parte del mondo sono affascinati da questo paese per la cordialità e il calore della sua popolazione. La Cambogia è un luogo per viaggiatori, non per turisti!


Thailandia

Se sognate un luogo dove trovare magia e fascino abbinate a spiagge paradisiache e acque cristalline, locali chic e all'ultima moda, ma anche sontuosi e suggestivi siti archeologici... allora state sognando la Thailandia! Il fascino postmoderno della capitale Bangkok, metropoli multiculturale in continua trasformazione, non potrà non trascinarvi nel suo mondo frenetico e vivace! Da nessuna altra parte come in Thailandia è possibile soggiornare in hotel dalla raffinatezza insuperabile e nello stesso tempo immergersi in atmosfere e ricordi di memorie antiche dei templi buddisti e dei siti archeologici. L’incanto, la meraviglia ed il fascino della Tahilandia vi toccherà il cuore!

Sei interessato a questa offerta?
Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto
Viaggiatori e...

Inserisci i tuoi dati

Nome e Cognome
E-mail
Telefono
Data partenza
Data ritorno
Città di partenza
 Viaggio di nozze
 
Dettaglio servizi richiesti
Se sei cliente di un'agenzia "Viaggiatori e..." scegli qui:
 
Informativa sulla privacy:
Il sottoscritto presta il suo consenso al trattamento dei dati personali ed all' utilizzo degli stessi per fini indicati nella informativa di Idee per Viaggiare.
 Accetto
 Non accetto